E-Commerce. Sequestro di 116 siti internet ad opera della Guardia di Finanza. Contestata la Frode alle industrie nazionali.

 

gdfIl Nucleo Speciale Tutela dei Mercati della Guardia di Finanza, su ordine del Giudice delle Indagini Preliminari di Roma,  ha eseguito oggi 10 Giugno 2015, la misura cautelare reale   del  sequestro preventivo di 116 Siti Internet di e-commerce.

I reati contestati ai titolari dei siti  sono gli art 474 del Codice penale,  che punisce  l’introduzione nello Stato e nel  commercio di prodotti con segni falsi, e, per la prima volta, a quanto sembra,  il  delitto di Frode alle industrie nazionali, previsto dall’art 514 del Codice penale.

Tra i portali di E-commerce vi sarebbero anche siti Italiani.

Le forze dell’Ordine stanno eseguendo le misure in queste ore.

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button