Il rispetto delle minoranze e la democrazia, nelle parole, senza diritto di replica, di Cardani #AGCOM.

cardaniIl Presidente dell’Autorità per le garanzie per le comunicazioni Angelo Marcello Cardani ha espresso a tutto tondo il proprio pensiero sulle tematiche attinenti il suo mandato, in un’intervista, affrontando anche la vexata quaestio del nuovo Regolamento sulle rimozioni di contenuti sul web, che l’Autorità si appresta a varare.

In particolare, di fronte ad una domanda proveniente dal responsabile della piattaforma di discussione e di petizioni change.org, che raccoglie 50 milioni di cittadini in tutto il mondo (due in Italia) e che  sollevava alcuni dubbi sui diritti dei cittadini italiani a non vedersi cancellato il sito, a seguito dell’approvazione imminente della delibera, Cardani ha risposto che si trattava di critiche oggettivamente insultanti.

Lo stesso Cardani ha poi aggiunto (cercando  di ritirare in diretta quanto detto) che vi sarebbero altri interessi dietro queste azioni di contrasto e che vi sarebbero due categorie contrarie all’adozione del regolamento: un ristretto gruppo di difensori delle libertà civili, mentre il resto degli oppositori starebbero facendo gli interessi dei pirati.

Non si capisce bene a chi si riferisca il Presidente di Agcom: Cardani sembra dimenticare che le critiche al regolamento non sono venute in questi mesi solo da un “presunto”  sparuto gruppo, né dai “complici” dei pirati, bensì  da autorevoli rappresentanti delle istituzioni.

continua su Il Fatto quotidiano

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Tags: , , , , , , ,

This entry was posted on sabato, novembre 30th, 2013 at 15:27 and is filed under Blog. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

avatar
 
Loading Facebook Comments ...

Leave Reply

*
= 5 + 1

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.