Il Telespettatore ha diritto alla chiarezza. Gli spot in onda su mediaset nel mirino delle Associazioni Consumatori

Un fermo immagine del quiz nel mirino del Codacons.Avete presente le pubblicità che stanno bombardando le reti Mediaset in questi ultimi tempi in cui una signorina (o anche il noto conduttore Marco Predolin) vi chiedono di rispondere a quiz via sms con domande a dir poco banali tanto da raggiungere appieno la soglia del demenziale? Domande del tipo “Qual è l’animale che fa le fusa? il cane o il gatto…” oppure “Belen al Festival di Sanremo aveva il tatuaggio di una farfallina o di una patatina?” e ancora: “Quale bevanda si ottiene dal luppolo? La birra o l’aranciata…”.

Insomma, domande di questo tipo, che lì per lì fanno sorridere ( e anche un po’ innervosire visto che vengono passate in continuazione), ma vi siete mai chiesti che cosa accadrebbe se si provasse a rispondere a simili quiz con un sms?

Si tratta di pubblicità ingannevole o magari di una pratica commerciale scorretta o è tutto lecito?

Qui una mia intervista su “Repubblica del  22 agosto

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Tags: , , , , , ,

This entry was posted on sabato, agosto 25th, 2012 at 11:32 and is filed under Blog. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

avatar
 
Loading Facebook Comments ...

Leave Reply

*
= 3 + 5

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.