Poste vs Telecomunicazioni. I rischi di Monopolio conseguenti alla liberalizzazione dei servizi postali: ora se ne accorge anche l’Antitrust.

Circa venti giorni fa mi interrogavo sulla volontà espressa dal Ministro dello Sviluppo economico di affidare ad una Agenzia governativa, alle proprie dipendenze e con personale mutuato dallo stesso Ministero, l’incarico di vigilare sul nascente mercato liberalizzato dei servizi postali, che ha preso il via anche in Italia, come in tutta Europa, dal 1 gennaio 2011.

A parte qualche “sporadico ”parere tra i quali trovo giusto segnalare quello espresso da Massimiliano Trovato,   sul  portale Chicago Blog dell’istituto Bruno Leoni,  quasi nessuno sembrava essersi posto il dubbio sull’opportunità di affidare ad una Agenzia dipendente da una Amministrazione pubblica, anziché ad una Authority indipendente un mercato “rigidamente” controllato dal Monopolista di diritto ( sino a ieri), e di fatto ( da oggi).

Eppure lo stato di avanzamento delle liberalizzazioni sulle telecomunicazioni in Italia ( nonché l’incerta partenza del mercato ferroviario concorrenziale) , fortemente influenzato dalla presenza dominante di Telecom Italia, nonostante la vigilanza attribuita dal Codice delle Comunicazioni elettroniche all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni,  avrebbe dovuto consigliare maggior prudenza  al Legislatore nell’attribuire un ruolo  così delicato ad un organismo che potrebbe difettare, fra gli altri, dei requisiti di indipendenza ed imparzialità.

E che appare  sfornito inoltre dei poteri necessari a “far rispettare” le norme sulle liberalizzazioni.

Non è per carità che la presenza stessa di un Authority in materia e dei poteri sanzionatori ad essa attribuiti abbiano  sortito effetti “devastanti” nel mercato liberalizzato delle telecomunicazioni di questi ultimi quindici anni, consentendo l’ingresso in massa di concorrenti agguerriti e pronti a contendersi il mercato, però una certa “patina” formale di legalità un’Autorità Amministrativa indipendente negli ex mercati pubblici,  appare in grado di fornirla.

E, appunto oggi, L’Antitrust  interviene sulla proposta di istituzione dell’Agenzia governativa di controllo del mercato postale affermando  che “Senza un Regolatore realmente indipendente e imparziale la completa liberalizzazione dei servizi postali rischia di partire con il freno tirato. Lo scrive l’Antitrust, contestando, in una segnalazione al Parlamento e al Governo, il modello di Agenzia scelto nella bozza di decreto varato dall’Esecutivo e ora all’esame delle Camere per il parere.”

E, ancora “ Secondo l’Antitrust destano infine perplessità la mancata previsione di misure fondamentali per consentire la realizzazione di una concorrenza effettiva nel settore postale quali l’affidamento del servizio universale con procedure di evidenza pubblica, la revisione del suo perimetro e l’abolizione della riserva postale.”

Non è la prima volta che l’Antitrust interviene nel delicato settore del servizio Universale nei nascenti mercati liberalizzati, già infatti nel  giugno 2009 l’AGCM aveva  segnalato alle massime istituzioni la necessità di affrontare da una prospettiva concorrenziale il problema del servizio ferroviario universale, sostenendo  che “ È urgente una distinzione chiara tra il servizio ferroviario universale finanziato da Stato e Regioni, che garantisca la mobilità dei passeggeri, e i servizi di mercato redditizi, aperti alla concorrenza. Lo afferma l’Antitrust in una segnalazione inviata a Governo, Parlamento e Regioni, nella quale si ribadisce la necessità di utilizzare lo strumento delle gare per l’affidamento di servizio universale, per minimizzare i costi per la collettività e garantire la qualità dell’offerta.”

Vedremo a questo punto se il dibattito Parlamentare riuscirà a sanare questa singolare interpretazione data dal Ministro dello Sviluppo Economico alle direttive europee sulla liberalizzazione del mercato postale.

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Tags: , , , , ,

This entry was posted on sabato, gennaio 15th, 2011 at 16:03 and is filed under Blog. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

avatar
 
Loading Facebook Comments ...

Leave Reply

*
= 5 + 8

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.