Risultati parziali della Campagna “www.sitononraggiungibile.it” su Internet e diritto d’autore. Oltre 4000 adesioni e diverse iniziative parlamentari in atto. I dettagli.

 Oggi 3 marzo 2011, scade il termine di presentazione della richiesta di consultazione pubblica relativa al nuovo regolamento sul diritto d’autore, preparato dalla stessa Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, con la delibera n. 668/10/CONS.

 Invitiamo ancora chi non l’avesse fatto e lo desiderasse, a sostenerci su www.sitononraggiungibile.it .

Il mese che viene sarà fondamenatale per comprendere l’orientamento dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni sulle nostre richieste (e su quelle di tutti coloro che hanno inviato osservazioni) ed è dunque necessario mantenere un alto livello di concentrazione  

Adiconsum, Agorà Digitale, Altroconsumo, Assonet-Confesercenti, Assoprovider-Confcommercio e Studio Legale Sarzana e Associati hanno presentato il 24 febbraio, alla AgCom un proprio documento congiunto.

I soggetti promotori ravvisano nel regolamento proposto elementi di forte perplessità sia per il futuro dell’industria dei contenuti audiovisivi, sia per un armonico sviluppo economico, sociale, tecnologico e culturale del nostro Paese.

 La stessa interpellanza presentata da 45 deputati dei maggiori schieramenti (Pdl, Lega Nord, Pd, Fli e Udc) ha rilevato la illegittimità delle competenze che Agcom si attribuisce, soprattutto sulla base della nostra Carta Costituzionale e l’annullamento, nelle procedure proposte, dell’intervento dell’autorità giudiziaria.

A questa interpellanza ha poi fatto seguito una mozione in  Senato presentata dal Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori ed una interrogazione.

Il documento congiunto presentato alla AgCom, in sintesi, solleva forti dubbi sull’introduzione dei meccanismi automatici per impedire l’accesso ai a siti, blog, testate online o altre fonti informative che siano solo sospettate di aver violato la disciplina del diritto d’autore, prescindendo così da qualsiasi requisito di colpevolezza accertato dell’Autorità giudiziaria.

In questo modo parziale, secondo noi, di risolvere il problema del diritto d’autore da parte di una autorità amministrativa indipendente, si lede fortemente e in maniera assolutamente discriminatoria la libertà di manifestazione del pensiero vanificando il diritto al contraddittorio e il diritto alla privacy, come ribadito dal legislatore europeo a norma dell’articolo 1 pragrafo 3 bis della Direttiva 2009/140/CE del 25 novembre 2009.

L’Autorità, con il suo regolamento, diventa “motore” di un procedimento giudiziale “parallelo” che si svolge senza alcuna garanzia procedimentale e senza alcun controllo giurisdizionale, con il conseguente rischio di violare palesemente i diritti di difesa del cittadino e gli stessi principi di separazione dei poteri che sono alla base del nostro stato di diritto.

L’Autorità, inoltre, non è competente ad emettere provvedimenti nel settore del diritto d’autore i quali spettano solo ed esclusivamente al giudice ordinario, mentre le segnalazioni in materia di prevenzione e di repressione delle fattispecie di immissione di file coperti dal diritto d’autore senza l’autorizzazione del titolare (e le relative azioni nei confronti dei provider) spettano per legge al Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell’interno. In definitiva il procedimento a tutela del diritto d’autore, come delineato dalla AgCom, appare inaccettabile in quanto incostituzionale, nonché gravemente lesivo del diritto al contraddittorio del consumatore ed in contrasto con il vigente diritto comunitario.

 A causa di tutti i profili di grave lesività delle prerogative del Parlamento e di conflitto con il vigente diritto comunitario, le osservazioni contenute nel nostro Documento congiunto sono state inviate contestualmente al Presidente della Camera dei Deputati, al Presidente del Senato della Repubblica e al Commissario europeo per l’Agenda Digitale.

Ad oggi 4100  firmatari hanno sottoscritto il nostro appello di qualche settimana fa, ai quali si è aggiunto anche Stefano Rodotà, giurista ed ex garante della privacy.

La libertà di pensiero e il rispetto delle regole è interesse di tutti noi. Nessuno escluso.

Link ai documenti:

 Delibera AGCOM 668/10/CONS   http://www.agcom.it/default.aspx?DocID=5413

Sito web della Campagna sito non raggiungibile www.sitononraggiungibile.it

Interpellanza On. Roberto Cassinelli http://www.lidis.it/newsdetail.asp?ID=1202

Comunicato Stampa 21 febbraio 2011 http://www.agoradigitale.org/comunicato-stampa-no-al-regolamento-agcom-fino-nuova-normativa-parlamentare

mozione in Senato presentata dal Presidente dei Senatori IDV e altri http://parlamento.openpolis.it/atto/documento/id/58189/sf_highlight/agcom

Comunicato Stampa 24 febbraio 2011 http://www.fulviosarzana.it/blog/illegittime-le-competenze-agcom-documento-congiunto-su-consultazione-pubblica-agcom-adiconsum-agora-digitale-altroconsumo-assonet-confesercenti-assoprovider-confcommercio-e-studio-legale-sarzana/

Interrogazione a risposta scritta presentato in Senato il 25 febbraio 2011 http://parlamento.openpolis.it/atto/index/id/65858/sf_highlight/diritto+d+autore

Domande Frequenti sulla delibera e diritto d’autore http://sitononraggiungibile.e-policy.it/it/faq/

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Tags: , , ,

This entry was posted on giovedì, marzo 3rd, 2011 at 17:04 and is filed under Blog. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

avatar
 
Loading Facebook Comments ...

Leave Reply

*
= 4 + 8

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.