Tagged Posts ‘diffamazione on line’

Il cammino del disegno di legge sul cyberbullismo, luci e ombre: rischi di censura per il web?

Per il ciclo di incontri “i Mercoledì di Nexa” (ogni 2° mercoledì del mese)
89° Mercoledì di Nexa

Il cammino del disegno di legge sul cyberbullismo,

luci e ombre: rischi di censura per il web?

Mauro Alovisio (Avvocato), Elena Ferrara (Senatrice della Repubblica), Giovanni B. Gallus (Avvocato), Fulvio Sarzana (Avvocato), Monica A. Senor (Avvocato)

Mercoledì 14 settembre 2016 ore 18 in punto
(termine: ore 20)

Centro Nexa su Internet e Società
Politecnico di Torino, Via Boggio 65/a, Torino (1° piano)
Live streaming: http://nexa.polito.it/upcoming-events
URL dell’incontro: http://nexa.polito.it/mercoledi-89
Come raggiungerci: scarica la mappa in PDF (464 KB) o vai alla nostra pagina dei contatti.

Il fenomeno del bullismo/cyberbullismo sta per essere disciplinato in Italia dalle Camere con l’approvazione del disegno di legge D n. 1261 ad oggetto: “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” (prima firmataria la senatrice Elena Ferrara).

Il disegno di legge era finalizzato, in origine, alla prevenzione del bullismo/cyberbullismo e alla rieducazione dei minori. Alla Camera sono state apportate modifiche sostanziali con norme applicabili anche agli adulti e a chiunque abbia un sito, un blog o un profilo su un social network, con potenziali rischi di erosione della libertà di espressione.

Il disegno di legge in oggetto prevede una nuova definizione di bullismo/cyber bullismo e misure di sostegno alla rieducazione dei minori, ma introduce anche l’oscuramento, la rimozione dei contenuti offensivi e una nuova aggravante al reato di stalking telematico, con la previsione di pene fino a sei anni di carcere e la confisca del device.

L’89° Mercoledì di Nexa sarà un’occasione per discutere dei pregi e delle ombre del disegno di legge; gli impatti e le novità previste con la senatrice Elena Ferrara (in collegamento da Roma) e con i Fellow del Centro e numerosi esperti in ambito digitale.

Biografie:

Mauro AlovisioMauro Alovisio è Fellow del Centro Nexa e laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Torino. Si è specializzato in diritto per la protezione dei dati personali e diritto delle nuove tecnologie. Attualmente lavora presso l’Ufficio Legale dell’Università degli Studi di Torino. Nel corso della sua attività professionale si è occupato di temi quali privacy e riorganizzazione della pubblica amministrazione attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Mauro è Presidente del Centro Studi di Informatica Giuridica ed è un membro della Commissione Informatica del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino.

Elena FerraraElena Ferrara viene eletta la prima volta in Parlamento il 24 febbraio 2013. Nell’attuale Legislatura (XVII) siede in Senato nel gruppo del Partito Democratico. Partecipa ai lavori della Commissione Istruzione pubblica e beni culturali, della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, nonché della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza. Nel corso della legislatura ha fatto inoltre parte della Commissione Agricoltura e produzione agroalimentare e della Commissione di inchiesta sul fenomeno delle intimidazioni nei confronti degli amministratori locali. Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo:http://www.elenaferrara.it/index.php/biografia/.

Giovanni Battista GallusGiovanni Battista Gallus, avvocato, LL.M., PhD e Fellow del Centro Nexa, esercita in materia di diritto penale, diritto dell’informatica e della Rete, diritto d’autore e tutela della privacy. È presidente del Circolo dei Giuristi Telematici e Fellow del Centro Hermes per la Trasparenza e i diritti digitali. Collabora con le cattedre di Informatica Giuridica e Informatica Giuridica Avanzata dell’Università di Milano, ed è un appassionato utilizzatore e sostenitore del software libero. Autore di diverse pubblicazioni, è coautore di “Contenuti aperti, beni comuni” (McGraw-Hill, 2009) e “I nuovi reati informatici” (Giappichelli, 2009).

Fulvio SarzanaFulvio Sarzana si è laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con lode. E’ autore di Monografie sui profili Organizzativi e Normativi del Governo degli Enti Locali. E’ autore di testi sulla sicurezza dei cittadini negli Enti Locali, attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Ha partecipato alle Campagne sulla trasparenza degli Enti Locali e centrali attraverso l’accesso ai documenti delle Pubbliche Amministrazioni, promuovendo iniziative di sensibilizzazione sulla Trasparenza e sul conflitto di interessi. Cura blog di approfondimento giuridico su: Il fatto quotidiano; Il sole 24 ore e l’Huffington Post. E’ Titolare dello Studio Legale Sarzana e Associati con sedi a Roma e Milano www.lidis.it.

Monica A. SenorMonica A. Senor è partner dello Studio Legale Catalano Penalisti Associati dal 2001. Fellow del Centro Nexa, è avvocato penalista, specializzata in questioni legali in materia di protezione dei dati e diritto penale legato alle nuove tecnologie; dal punto di vista della procedura penale si è specializzata in informatica e biometria forense. E ‘membro della Commissione IT dell’Ordine degli Avvocati di Torino e lavora con il Tribunale di Torino in merito all’attuazione della digitalizzazione del procedimento penale. E’ coordinatrice scientifica e docente di un corso di formazione privata per la preparazione alla prova scritta dell’esame da avvocato. Collabora con riviste online quali Medialaws e Penale.it e i suoi lavori sono stati pubblicati anche da Giappichelli, EGEA, Springer e UTET Giuridica.

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on settembre 5th, 2016 Commenti disabilitati su Il cammino del disegno di legge sul cyberbullismo, luci e ombre: rischi di censura per il web?

Cyberbullismo le nuove disposizioni in esame alla Camera

vice

Come riportato dall’avvocato Fulvio Sarzana sul Fatto Quotidiano Online, a partire dal passaggio alla Camera avvenuto il 21 maggio 2015, “con i relatori Dem Micaela Campana e Paolo Beni […] e con i profondi ritocchi dei relatori e della Commissione riunite Giustizia e Affari sociali,” la norma è stata rimaneggiata a tal punto da perdere molti dei riferimenti a tutela dei minori e si è trasformata in una norma di censura ai danni di tutti gli utenti internet italiani.

Lo scopo è quello di accelerare il processo di rimozione di eventuali contenuti e messaggi lesivi di una persona (appunto, il cyberbullismo), ma il risultato è uno strumento utilizzabile da chiunque per mettere in discussione la legittimità della presenza di un contenuto su internet. La pena, in caso di opposizione al provvedimento di rimozione, “è della reclusione da uno a sei anni se il fatto è commesso attraverso strumenti informatici o telematici,” si legge nella pagina riassuntiva degli emendamenti apportati alla proposta presente sul sito della Camera.

segue su http://motherboard.vice.com/it/read/norma-cyberbullismo-censura-internet-camera

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on agosto 29th, 2016 Commenti disabilitati su Cyberbullismo le nuove disposizioni in esame alla Camera

Corte Europea diritti dell’Uomo. Libertà d’espressione e commenti sul web

 

17141667_copyright-vs-freedom-of-expression-universit-bocconi-milano-24-novembre-2011-1

I TRIBUNALI sbagliano a condannare i gestori di siti per i commenti anonimi degli utenti: stanno violando un diritto fondamentale dell’umanità, la libertà d’espressione. L’ha stabilito la Corte europea dei diritti dell’Uomo con una sentenza di questa settimana, in merito al caso di un sito ungherese. L’azienda, dopo aver perso nei diversi gradi di giudizio in una causa per diffamazione.

 

segue su Repubblica.it

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on febbraio 5th, 2016 Commenti disabilitati su Corte Europea diritti dell’Uomo. Libertà d’espressione e commenti sul web

Diritto all’oblio e Google. Presentate già 12 mila richieste di cancellazione.

google-nyc01

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

articologoogle

Sono già 12 mila le richieste di cancellazione per diritto all’oblio giunte in poche ore a Google.

qui i dettagli.

 

 

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on maggio 31st, 2014 Commenti disabilitati su Diritto all’oblio e Google. Presentate già 12 mila richieste di cancellazione.

La responsabilità degli intermediari della rete internet e la giurisprudenza. 26 Novembre 2013, ore 9 e 30. Corte Suprema di Cassazione, Roma.

“La responsabilità degli intermediari della rete internet e la giurisprudenza”.

E’ questo il titolo del Convegno che si svolgerà il giorno 26 Novembre 2013, dalle ore 9 e 30 alle 13 e 30,  presso l’Aula Magna Avvocati della Corte di Cassazione in Roma.

Il  Convegno, organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Roma,  vede la partecipazione di Magistrati, Avvocati, esponenti delle Associazioni di Consumatori e Docenti Universitari, ed  intende porre l’accento sulla disciplina giuridica e l’applicazione giurisprudenziale relativa alla responsabilità degli intermediari della rete internet quali gli operatori di telefonia, gli internet service providers, gli editori della  rete,  e più in generale tutti coloro che forniscono servizi via internet.

La giornata si focalizzerà anche sulle recenti iniziative regolamentari  in materia di diritto d’autore in   via di approvazione definitiva da parte dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni ( AGCOM),  che hanno sollevato diversi dubbi di legittimità,  e sulla tutela dei Consumatori on line.

Introdurrà  Mauro Vaglio, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Roma.

Il Chairman della Giornata è Carlo Sarzana di S. Ippolito Presidente Aggiunto onorario della Corte di Cassazione

Parteciperanno in qualità di relatori Cosimo Ferri, Sottosegretario di Stato alla Giustizia, Nicola D’Angelo, Magistrato, Ex Commissario AGCOM, Giuseppe Corasaniti, Sostituto Procuratore generale della Corte di Cassazione, Marco Bellezza e Marco Scialdone, Avvocati, Marco Pierani, Responsabile affari istituzionali di Altroconsumo, Giovanni Maria Riccio, Professore nell’Università di Salerno.

La relazione conclusiva è affidata a Riccardo Bolognesi, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma

Qui Il programma completo   http://www.ordineavvocatiroma.it/Documenti/156-2013.pdf

 

Per partecipare inviare una mail a info(AT)lidis.it  o chiamare il numero 06/3211553

 

Studio Legale Sarzana e Associati  www.lidis.it

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on novembre 4th, 2013 Commenti disabilitati su La responsabilità degli intermediari della rete internet e la giurisprudenza. 26 Novembre 2013, ore 9 e 30. Corte Suprema di Cassazione, Roma.

Libertà di stampa, il rapporto 2013 di Reporters Sans Frontieres.

Come ogni anno “Reporter Sans Frontieres”, l’organizzazione non governativa internazionale che agisce da 25 anni in difesa della libertà di stampa in tutto il mondo, stila  la classifica dei Paesi con  il maggiore ( o minore) grado di libertà di stampa.

La classifica sulla libertà di stampa misura ogni anno il livello dell’indipendenza dell’ informazione in 179 Paesi, e riflette il grado di autonomia di cui godono giornalisti, agenzie di stampa e cybercittadini in ognuno di questi Stati, e le azioni intraprese dalle autorità per farne rispettare i parametri minimi.

Dopo la cosiddetta Primavera Araba e gli altri movimenti di protesta che hanno causato molti “saliscendi” nella classifica dello scorso anno, la classifica della libertà di stampa 2013 di “Reporter Sans Frontieres” segna – secondo la stessa Ngo –  un “ritorno alla normalità”. Normalità per così dire, viste anche le recenti involuzioni, politiche ma anche informative, dei Paesi che avevano innescato, fra tante speranze, le primavere arabe, primo fra tutti l’Egitto.

L’Italia appare in questa lista in posizione stazionaria, e pur recuperando qualche punto nella classifica mondiale, si caratterizza ancora per quelli che vengono definiti tentativi di introdurre “leggi bavaglio”. A proposito dell’Italia infatti  il rapporto afferma che “la cattiva legislazione osservata nel 2011 è proseguita, soprattutto in Italia (57, +4), dove la diffamazione deve ancora essere depenalizzata e le istituzioni ripropongono pericolosamente “leggi bavaglio”.

continua su Il Fatto quotidiano

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on gennaio 30th, 2013 Commenti disabilitati su Libertà di stampa, il rapporto 2013 di Reporters Sans Frontieres.

Cartellopoli: paga chi denuncia. Blogger condannato a 9 mesi per istigazione a delinquere

Un blogger mette in rete le foto dei manifesti abusivi e viene condannato a nove mesi per istigazione a delinquere.

Condannato per aver denunciato l’illegalità. Il blogger non è #Sallusti, quindi #napolitano non interverrà.

#Cartellopoli.

Articolo di Carlo di Foggia sul Fatto Quotidiano di sabato 12 gennaio 2012, p. 17

Foto a pagina intera

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on gennaio 12th, 2013 Commenti disabilitati su Cartellopoli: paga chi denuncia. Blogger condannato a 9 mesi per istigazione a delinquere