Cipro: su segnalazione della CONSOB, la Procura della repubblica di Roma sequestra i portali di compravendita di prodotti finanziari delle società cipriote.

Roma, 22 marzo 2013.

cipro  I  Giudici delle indagini preliminari di Roma Orlando Villoni e Simonetta D’Alessandro, su richiesta della locale procura,  hanno sottoposto a sequestro preventivo, attraverso l’inibizione all’accesso per gli utenti italiani,  di alcuni dei portali internet  di trading online, dedicati alle cd operazioni binarie, tutti appartenenti  a società cipriote.

Si tratta dei portali finanziari www.ioption.com, www.eztrader.com, www.bocapital.com, www.tradesmarter.com /www.startoptions.com. gestite  da società con sede dichiarata a Cipro.

Ad analogo provvedimento è stato sottoposto il portale www.anyoption.com , con sede sempre  dichiarata a Cipro;

Allo stato, le indagini, per il reato di abusivismo finanziario,  sono a carico di ignoti.

Le indagini sono state affidate ai nuclei speciali di polizia valutaria e frodi telematiche della Guardia di Finanza.

Il sequestro consegue ad una segnalazione operata dalla Consob, che aveva ritenuto non autorizzate le società  in oggetto alla prestazione di servizi finanziari in Italia.

Negli ultimi mesi le autorità di vigilanza europee hanno aumentato i controlli sui siti internet che offrono servizi di investimento, in particolare le piattaforme tramite cui è possibile operare con opzioni binarie.

Questi prodotti sembrano più simili ad una scommessa che ad un investimento.

Il loro nome deriva proprio dal classico schema binario (0 – 1) delle scommesse: guadagno o perdo tutto.

L’ordine è stato trasmesso a tutti i provider italiani che devono impedire l’accesso agli utenti italiani, ed è già stato eseguito.

In proposito l’Avv Fulvio Sarzana di Roma,  Legale dei provider di Assoprovider aderenti a confcommercio ha dichiarato.

“L’ordine proveniente dalla  magistratura, ricevuto dai provider venerdi scorso e già eseguito, segna l’inizio di una strategia di inibizione  del tutto inedita per l’ordinamento Italiano, che evidentemente ha deciso di vederci chiaro   sulle operazioni finanziarie ad alto rischio adottate attraverso internet.

Agli ordini già emessi da Autorità garante per la concorrenza ed il mercato in altri settori, ed ai tentativi di intervento dell’AGCOM nel settore delle TLC, si aggiungono anche quelli adottati dalla Consob ( per il tramite della magistratura ordinaria)”

I provider si adeguano responsabilmente all’ordine della magistratura.”

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Tags: , , , , , , , ,

This entry was posted on venerdì, marzo 22nd, 2013 at 11:20 and is filed under Blog. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

avatar
 
Loading Facebook Comments ...

Leave Reply

*
= 5 + 4

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.