Tagged Posts ‘avvocato penalista’

Il cammino del disegno di legge sul cyberbullismo, luci e ombre: rischi di censura per il web?

Per il ciclo di incontri “i Mercoledì di Nexa” (ogni 2° mercoledì del mese)
89° Mercoledì di Nexa

Il cammino del disegno di legge sul cyberbullismo,

luci e ombre: rischi di censura per il web?

Mauro Alovisio (Avvocato), Elena Ferrara (Senatrice della Repubblica), Giovanni B. Gallus (Avvocato), Fulvio Sarzana (Avvocato), Monica A. Senor (Avvocato)

Mercoledì 14 settembre 2016 ore 18 in punto
(termine: ore 20)

Centro Nexa su Internet e Società
Politecnico di Torino, Via Boggio 65/a, Torino (1° piano)
Live streaming: http://nexa.polito.it/upcoming-events
URL dell’incontro: http://nexa.polito.it/mercoledi-89
Come raggiungerci: scarica la mappa in PDF (464 KB) o vai alla nostra pagina dei contatti.

Il fenomeno del bullismo/cyberbullismo sta per essere disciplinato in Italia dalle Camere con l’approvazione del disegno di legge D n. 1261 ad oggetto: “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” (prima firmataria la senatrice Elena Ferrara).

Il disegno di legge era finalizzato, in origine, alla prevenzione del bullismo/cyberbullismo e alla rieducazione dei minori. Alla Camera sono state apportate modifiche sostanziali con norme applicabili anche agli adulti e a chiunque abbia un sito, un blog o un profilo su un social network, con potenziali rischi di erosione della libertà di espressione.

Il disegno di legge in oggetto prevede una nuova definizione di bullismo/cyber bullismo e misure di sostegno alla rieducazione dei minori, ma introduce anche l’oscuramento, la rimozione dei contenuti offensivi e una nuova aggravante al reato di stalking telematico, con la previsione di pene fino a sei anni di carcere e la confisca del device.

L’89° Mercoledì di Nexa sarà un’occasione per discutere dei pregi e delle ombre del disegno di legge; gli impatti e le novità previste con la senatrice Elena Ferrara (in collegamento da Roma) e con i Fellow del Centro e numerosi esperti in ambito digitale.

Biografie:

Mauro AlovisioMauro Alovisio è Fellow del Centro Nexa e laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Torino. Si è specializzato in diritto per la protezione dei dati personali e diritto delle nuove tecnologie. Attualmente lavora presso l’Ufficio Legale dell’Università degli Studi di Torino. Nel corso della sua attività professionale si è occupato di temi quali privacy e riorganizzazione della pubblica amministrazione attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Mauro è Presidente del Centro Studi di Informatica Giuridica ed è un membro della Commissione Informatica del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino.

Elena FerraraElena Ferrara viene eletta la prima volta in Parlamento il 24 febbraio 2013. Nell’attuale Legislatura (XVII) siede in Senato nel gruppo del Partito Democratico. Partecipa ai lavori della Commissione Istruzione pubblica e beni culturali, della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, nonché della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza. Nel corso della legislatura ha fatto inoltre parte della Commissione Agricoltura e produzione agroalimentare e della Commissione di inchiesta sul fenomeno delle intimidazioni nei confronti degli amministratori locali. Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo:http://www.elenaferrara.it/index.php/biografia/.

Giovanni Battista GallusGiovanni Battista Gallus, avvocato, LL.M., PhD e Fellow del Centro Nexa, esercita in materia di diritto penale, diritto dell’informatica e della Rete, diritto d’autore e tutela della privacy. È presidente del Circolo dei Giuristi Telematici e Fellow del Centro Hermes per la Trasparenza e i diritti digitali. Collabora con le cattedre di Informatica Giuridica e Informatica Giuridica Avanzata dell’Università di Milano, ed è un appassionato utilizzatore e sostenitore del software libero. Autore di diverse pubblicazioni, è coautore di “Contenuti aperti, beni comuni” (McGraw-Hill, 2009) e “I nuovi reati informatici” (Giappichelli, 2009).

Fulvio SarzanaFulvio Sarzana si è laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con lode. E’ autore di Monografie sui profili Organizzativi e Normativi del Governo degli Enti Locali. E’ autore di testi sulla sicurezza dei cittadini negli Enti Locali, attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Ha partecipato alle Campagne sulla trasparenza degli Enti Locali e centrali attraverso l’accesso ai documenti delle Pubbliche Amministrazioni, promuovendo iniziative di sensibilizzazione sulla Trasparenza e sul conflitto di interessi. Cura blog di approfondimento giuridico su: Il fatto quotidiano; Il sole 24 ore e l’Huffington Post. E’ Titolare dello Studio Legale Sarzana e Associati con sedi a Roma e Milano www.lidis.it.

Monica A. SenorMonica A. Senor è partner dello Studio Legale Catalano Penalisti Associati dal 2001. Fellow del Centro Nexa, è avvocato penalista, specializzata in questioni legali in materia di protezione dei dati e diritto penale legato alle nuove tecnologie; dal punto di vista della procedura penale si è specializzata in informatica e biometria forense. E ‘membro della Commissione IT dell’Ordine degli Avvocati di Torino e lavora con il Tribunale di Torino in merito all’attuazione della digitalizzazione del procedimento penale. E’ coordinatrice scientifica e docente di un corso di formazione privata per la preparazione alla prova scritta dell’esame da avvocato. Collabora con riviste online quali Medialaws e Penale.it e i suoi lavori sono stati pubblicati anche da Giappichelli, EGEA, Springer e UTET Giuridica.

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on settembre 5th, 2016 Commenti disabilitati su Il cammino del disegno di legge sul cyberbullismo, luci e ombre: rischi di censura per il web?

Cyberbullismo le nuove disposizioni in esame alla Camera

vice

Come riportato dall’avvocato Fulvio Sarzana sul Fatto Quotidiano Online, a partire dal passaggio alla Camera avvenuto il 21 maggio 2015, “con i relatori Dem Micaela Campana e Paolo Beni […] e con i profondi ritocchi dei relatori e della Commissione riunite Giustizia e Affari sociali,” la norma è stata rimaneggiata a tal punto da perdere molti dei riferimenti a tutela dei minori e si è trasformata in una norma di censura ai danni di tutti gli utenti internet italiani.

Lo scopo è quello di accelerare il processo di rimozione di eventuali contenuti e messaggi lesivi di una persona (appunto, il cyberbullismo), ma il risultato è uno strumento utilizzabile da chiunque per mettere in discussione la legittimità della presenza di un contenuto su internet. La pena, in caso di opposizione al provvedimento di rimozione, “è della reclusione da uno a sei anni se il fatto è commesso attraverso strumenti informatici o telematici,” si legge nella pagina riassuntiva degli emendamenti apportati alla proposta presente sul sito della Camera.

segue su http://motherboard.vice.com/it/read/norma-cyberbullismo-censura-internet-camera

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on agosto 29th, 2016 Commenti disabilitati su Cyberbullismo le nuove disposizioni in esame alla Camera

Playstation, crittografia o social network? Come comunica il Califfato nero? Domenica 29 novembre , in diretta alle 19 e 30

 

 

Image-1

Dagli annunci su misure di sorveglianza sempre più pervasive alle possibili sospensioni di diritti fondamentali, passando per un’analisi sulle reali modalità di comunicazione utilizzate dal terrore, fino agli scenari di cyberwar: ne parliamo domani 29 novembre, alle 19 e 30  su Radio Radicale con Massimo Artini, Deputato di Alternativa Libera, il giornalista Arturo Di Corinto e Angelo Tofalo, Deputato del ‪#‎M5S‬ e membro del ‪#‎Copasir‬

 

 

 

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on novembre 28th, 2015 Commenti disabilitati su Playstation, crittografia o social network? Come comunica il Califfato nero? Domenica 29 novembre , in diretta alle 19 e 30

Calcio sul web. Nuovo sequestro ( e ordine di inibizione) per ROJADIRECTA.

rojadirecta

Nuovi sequestri per il calcio on line.

Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Milano Dott.ssa Tiziana Siciliano ha disposto il 30 luglio scorso il sequestro preventivo e l’inibizione all’accesso del noto portale di streaming sportivo per violazione della legge sul diritto d’autore.

Il provvedimento, notificato a tutti i provider Italiani dal compartimento della polizia postale e delle comunicazioni della Lombardia,  il 17 agosto scorso, è immediatamente esecutivo e riguarda le estensioni Rojadirecta.me. It.Roiadirecta e Rojadirecta. org.

 

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on settembre 23rd, 2015 Commenti disabilitati su Calcio sul web. Nuovo sequestro ( e ordine di inibizione) per ROJADIRECTA.

Anonymous e arresti : Tutti i dubbi sull’art 7 bis della Legge Pisanu e i reati informatici.

imagesanonLa notizia è oramai nota.

Si tratta dell’operazione tango down del CNAIPIC  (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche – Cnaipic del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni) contro Anonymous.

Ieri, a seguito delle prime notizie sull’operazione,  avevo manifestato qualche dubbio sul concetto giuridico  di “Associazione a delinquere telematica”.

Nel corso della Conferenza stampa successiva,  organizzata dalle forze dell’Ordine, sono emersi molti particolari dell’operazione che, indubbiamente, è stata a lungo pianificata e studiata.

Nel  comunicato stampa ufficiale rilasciato dalle stesse forze dell’Ordine,  è stata citata la norma di riferimento per le indagini relative alla protezione delle infrastrutture critiche di rilievo nazionale, ovvero l’art  7 bis della legge Pisanu.

Anche qui però sorgono dubbi.

I dubbi relativi all’ambito di operatività dell’art 7 bis sono   manifestati in questo paragrafo del testo  di Carlo Sarzana di S. Ippolito, già Presidente dei Giudici delle indagini Preliminari di Roma, “Padre” riconosciuto della legislazione italiana  sui crimini informatici e oggi Avvocato a Roma.

Buona lettura!

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on maggio 18th, 2013 Commenti disabilitati su Anonymous e arresti : Tutti i dubbi sull’art 7 bis della Legge Pisanu e i reati informatici.

La lista integrale dei 27 domini del filesharing sequestrati dal GIP di Roma.

downloadimagesIeri si è diffusa la notizia del sequestro dei 27 domini di filesharing ad opera del GIP di Roma.

Questa è la lista completa dei 27 domini sequestrati.

 

bitshare.com
cineblog01.org
clipshouse.com
cyberlocker.ch
ddl-fantasy.org
filmfreestream.org
filmnuovistreaming.com
filmpertutti.tv
flashdrive.it
flashstream.in
freakshare.com
gatestreaming.com
italiafilm2.com
likeupload.net
megaload.it
nowdownload.co
nowvideo.co
panicmovie.altervista.org
queenshare.com
rapidgator.net
robin-film.net
speedvid.tv
streamingworld.forumcommunity.net
uploaded.net
uploadjet.net
videopremium.net
yourlifeupdated.it

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on aprile 16th, 2013 Commenti disabilitati su La lista integrale dei 27 domini del filesharing sequestrati dal GIP di Roma.

L’Italia azzera il filesharing mondiale. sequestro di Nowvideo, Nowdownload, Videopremium, Rapidgator, Bitshare, Queenshare, Uploaded, Cyberlocker, Clipshouse

 

censuraUn cartone animato francese  uscito nelle sale italiane a novembre del 2012, rischia di divenire una delle più grandi pietre di scandalo della storia recente di internet.

Almeno in Italia.

Il cartone animato in questione si chiama  Un mostro a Parigi (Un monstre à Paris) ed è  un film d’animazione del 12 ottobre 2011, uscito in Italia  il 22 novembre 2012.

Un cartoon come tanti altri, forse più bello degli altri.

Fatto sta  che il 27 febbraio ( più di due mesi dunque dall’uscita nelle sale)  di quest’anno la società italiana di distribuzione italiana del film ha  deciso  di denunciare alla Procura della Repubblica di Roma le violazioni del copyright che aveva riscontrato sulla rete.

Da questa denuncia  è scaturita una “velocissima” indagine  (un mese) della polizia postale capitolina sfociata nella richiesta ( accetta dal GIP di Roma)  del Pubblico Ministero   di oscuramento dei domini nella loro interezza e  sequestro  dei DNS dei  nomi più importanti del panorama di scambio di file   del calibro di Nowvideo, Nowdownload, Videopremium, Rapidgator, Bitshare, Cyberlocker, Clipshouse, Uploaded,  giganti che radunano milioni di utenti in tutto il mondo,  solo per citarne alcuni.

Si tratta, per entità e per estensione  della più grande operazione di sequestro di contenuti su internet    di un paese occidentale, seconda   solo alla operazione di sequestro di domini adottata  dal dipartimento dell’Homeland security Statunitense   il 26 novembre 2010,  che aveva portato al sequestro di 70 portali .

La società  denunciante avrà naturalmente le sue buone ragioni, ma  ci si chiede il perchè 27 portali  che raggruppano milioni e milioni di utenti siano stati resi inaccessibili nella loro interezza.

Forse perché è stato scoperto un giro illecito di denaro? Come si pensava nel caso Megaupload?  Perché si ponevano in commercio sostanze proibite?  Perchè le stesse avevano a che fare con un giro di sfruttamento della prostituzione minorile?

No, o, almeno questo non appare  dal sequestro, che è stato adottato perché un solo  film  sarebbe presente tra i  milioni di  files presenti nei suddetti portali.

Uno solo.

continua su http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/15/la-procura-di-roma-ferma-il-file-sharing-mondiale/562813/

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on aprile 15th, 2013 Commenti disabilitati su L’Italia azzera il filesharing mondiale. sequestro di Nowvideo, Nowdownload, Videopremium, Rapidgator, Bitshare, Queenshare, Uploaded, Cyberlocker, Clipshouse