Tagged Posts ‘diritto d’autore’

Incostituzionalità del Regolamento AGCOM sul diritto d’autore. Iniziato il giudizio di fronte alla Corte Costituzionale. Altroconsumo, Assoprovider-Confcommercio, Assintel e Movimento di difesa del cittadino si costituiscono di fronte al Giudice delle Leggi.

Corte-Costituzionale      VSagcom

Roma, 5 marzo 2015.

Il Giudizio di fronte alla Corte Costituzionale relativo all’incostituzionalità delle norme alla base del Regolamento AGCOM sul diritto d’autore entra nel vivo.

Le Associazioni Altroconsumo, Assoprovider-Confcommercio, Assintel  e Movimento difesa del Cittadino si sono costituite in giudizio di fronte al Giudice delle Leggi ribadendo le censure di costituzionalità del Regolamento AGCOM emerse alla base dall’Ordinanza di rimessione del TAR.

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, a cui le Associazioni avevano fatto ricorso contestando l’illegittimità del potere dell’Autorità  e l’incostituzionalità delle norme alla base del Regolamento stesso, ha rimesso alla Corte Costituzionale il procedimento  in data 26 settembre 2014.

L’ordinanza di Rimessione è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’11 febbraio 2015, assumendo il numero di Procedimento n.  1 del 2015 del Ruolo della Corte.

Le parti avevano l’onere di costituirsi nel termine di 20 giorni a partire dalla data di pubblicazione.

A difendere le Associazioni  è Alfonso Celotto,  http://it.wikipedia.org/wiki/Alfonso_Celotto http://www.governo.it/AmministrazioneTrasparente/Organizzazione/ArticolazioneUffici/UfficiDirettaCollaborazione/SS_PE_gozi.html  Professore Ordinario di Diritto Costituzionale nell’Università di Roma 3, sino a qualche mese fa Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico e Carlo Sarzana di S. Ippolito, Presidente Onorario della Corte di Cassazione, già Presidente dei Giudici delle Indagini preliminari di Roma, con loro l’Avv. Fulvio Sarzana di S. Ippolito, che ha sostenuto la difesa nel giudizio di fronte al TAR.

Nel giudizio davanti la Corte Costituzionale si sono costituiti chiedendo il Rigetto della questione di costituzionalità oltre all’Avvocatura di Stato per la parte pubblica, anche Confindustria Cultura e la SIAE.

 

Altroconsumo è un’associazione indipendente di consumatori con oltre 350.000 soci in tutta Italia, Membro del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, Membro BEUC, Bureau Européen des Unions de Consommateurs, Membro di Consumers international;

 E’ una delle Associazioni Nazionali rappresentatve dei consumatori a livello nazionale giusta iscrizione nel Registro di cui all’art. 137 del D.lgs n. 206/05 (Codice del Consumo) confermata da ultimo con Decreto Dirigenziale del Ministero dello Sviluppo Economico del 17.12.12

Assoprovider, Associazione provider indipendenti, è un’ associazione di categoria di operatori di comunicazione elettronica di servizi accessibili al pubblico,  affiliato all’organigramma nazionale di Confcommercio che rappresenta circa 200 ISP (Internet Service Provider);

Il Movimento Difesa del Cittadino è un’ Associazione nazionale di consumatori fondata nel 1987, rappresentativa a livello nazionale degli interessi diffusi degli utenti ed iscritta anch’essa nel registro di cui all’art. 137 del D.lgs 206/05  (Codice del Consumo) confermata da ultimo con Decreto Dirigenziale del Ministero dello Sviluppo Economico del 17.12.12.

Assintel – Associazione nazionale imprese informatica- Confcommercio,  è tra le maggiori associazioni del mercato ICT, interlocutore e catalizzatore per le imprese dell’Information & Communication Technology italiana e punto di riferimento per le 780.000 aziende del Terziario appartenenti a Confcommercio – Imprese per l’Italia.Al proprio interno associa anche società che svolgono attività di Hosting e Service providers.

 

Sarzana e Associati è lo Studio legale e di consulenza leader nel settore dei Media, delle telecomunicazioni e dell’Internet

www.lidis.it

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on marzo 5th, 2015 Commenti disabilitati

Come cambierà la proprietà intellettuale in Europa? Lo streaming del Convegno a Bruxelles del 3 Marzo 2015.

downloadimagesLa direttiva InfoSoc sul copyright ha ben 15 anni.

Il mondo, nel frattempo, è completamente cambiato. Sia da un punto di vista tecnologico che politico.

Basti pensare che tale direttiva era stata pensata per i sistemi analogici e quindi molti aspetti dell’odierno mondo digitale non erano stati presi in considerazione.

Il tema è stato affrontato in un Convegno organizzato dall’EuroGruppo EFDD a Bruxelles.

Per chi fosse interessato qui è possibile visionare l’intero Convegno sulla riforma europea del diritto d’autore svoltosi ieri a Bruxelles, corredato in primo piano dalle slides proiettate dai Relatori.

https://www.youtube.com/watch?v=7t2OIqsaS8A

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on marzo 4th, 2015 Commenti disabilitati

AGCOM: obiettivo censura. Articolo di Alessandro Longo tratto da L’espresso

 

agcom

L’autorità è diventata il poliziotto mondiale delle major. E fa chiudere pezzi della Rete.

espresso16gennaio2015

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on gennaio 20th, 2015 Commenti disabilitati

La Finlandia, dopo Spagna e Regno Unito, abolisce l’equo compenso su copia privata per il diritto d’autore.

copyrightlevies

La Finlandia è l'ultimo Stato membro dell'UE ad abolire i prelievi sui dispositivi digitali, facendo seguito  ad iniziative simili  in Spagna e Regno Unito .

 Il parlamento finlandese Mercoledì scorso  ha votato in massa per sostituire il  sistema di prelievi che esiste dal 1984, con la creazione di un fondo governativo destinato a compensare gli artisti per la copia privata di contenuti come musica e film.
Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on dicembre 22nd, 2014 Commenti disabilitati

Editoria e giornali via internet: Tribunale di Milano. Ordine di inibizione a sito estero per violazione del diritto d’autore a favore di Editoria cartacea ed elettronica, in soli 7 giorni.

giornali 

 

Milano, 6 novembre 2014.

I Magistrati penali della penisola si stanno  evidentemente specializzando negli ordini di inibizione di accesso ai siti esteri per violazione delle norme sul diritto d’autore, consentendo agli Editori italiani di avere una tutela sempre più efficace.

Un noto editore milanese  di settimanali, è riuscito ad ottenere nei giorni scorsi dal Giudice delle indagini preliminari di Milano, presentando una semplice denuncia, in soli 7 giorni ( considerati i periodi feriali), l’ordine di inibizione all’accesso ad un sito estero che pubblicava i suoi numeri monografici.

Il Magistrato Milanese nel provvedimento in questione specifica che le condotte di chi mette a disposizione opere collettive, riviste o giornali, attraverso le reti di comunicazione elettronica, ricadono nella disciplina di cui agli art 3,  38 e 171 ter lettera b della legge sul diritto d’autore, e sono quindi soggette alla esclusiva competenza, quanto ad ordini nei confronti degli internet service providers,  del Magistrato penale.

Per tali motivi il Giudice ha disposto l’ordine di inibizione al sito estero che è stato eseguito nei giorni scorsi dagli organi di polizia giudiziaria del capoluogo lombardo, a cui sono state affidate sin da subito le indagini e il compito di supportare la Magistratura nella individuazione dei destinatari dell’atto.

 

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on novembre 6th, 2014 Commenti disabilitati

Copyright e Creative Commons. Il lavoro culturale nell’epoca della sua iper-riproducibilità tecnica a Napoli il 25 ottobre, alle 11.

Copyright e Creative Commons.

Il lavoro culturale nell’epoca della sua iper-riproducibilità tecnica

Sabato 25 ottobre 2014 – ore 9.30

Napoli, Mostra d’Oltremare – Padiglione 9

Nella mattinata il focus verterà sul rapporto tra conoscenza, produzione culturale e web 2.0 sotto la guida della proposta della Creative Contribution (contributo creativo) di Philippe Aigrain, illustrata nel suo ultimo libro Sharing. Culture and Economy in the Internet Age, in cui l’autore formula l’ipotesi di un nuovo modello di condivisione e di finanziamento dei contenuti creativi sulla rete. La Creative Contribution, che Aigrain arriva a stimare in termini monetari attraverso complessi calcoli matematici, è una proposta innovativa che si pone l’ardua sfida, giuridica, culturale e politica, di permettere una condivisione completamente libera della conoscenza e dei prodotti culturali in rete, garantendo allo stesso tempo una remunerazione per autori e produttori.

Discuteranno con Aigraindurante la tavola rotonda:Simone Aliprandi, avvocato, promotore del progetto Copyleft.it, Adriano Bonforti, fondatore di Patamù, Fulvio Sarzana, avvocato, esperto di diritto d’autore, Antonio Perna, presidente, SudLab, Centro per le arti contemporanee, Portici e Ilaria Vitellio, ideatrice e coordinatrice del progetto Mappi[NA].

 

 

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati

Share Button

Published by on ottobre 23rd, 2014 Commenti disabilitati

AGCOM nega a Sky la tutela del diritto d’autore su “Gomorra La serie”. Lo riconosce invece alla RAI su Don Matteo e medico in Famiglia

sjy

 

Incredibile provvedimento dell’Agcom contro l’emittente Sky,  in base al Regolamento sul diritto d’autore. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha archiviato, con il provvedimento n. 109 del 2014, la denuncia di Andrea Zappia, amministratore delegato di Sky,  di violazione dei diritti d’autore sulla serie televisiva Gomorra, negando a quest’ultima  la tutela accordata   dal Regolamento sul copyright.

La denuncia di Zappia si riferiva alla messa a disposizione senza autorizzazione, su un portale denominato Videopremium,  di  12 diverse  puntate  della serie di maggior successo della storia della  televisione satellitare, contenute in ben trenta link, appartenenti a una molteplicità di persone.

Agcom  il 13 ottobre scorso, attraverso una delibera firmata dal Presidente dell’Autorità Marcello Cardani, su proposta del Commissario Antonio Martusciello, controfirmata dal Segretario generale Francesco Sclafani, ha archiviato la pratica negando all’emittente l’accesso alla tutela del Regolamento Agcom sul diritto d’autore.

Il motivo?

I trenta link relativi alle 12 puntate sarebbero secondo Agcom un’opera sola e quindi non possono godere della tutela del diritto d’autore su internet.

Un’opera sola?

Trenta Link!

Di decine di persone diverse!

Relative a dodici minifilm completamente autonomi, con diversi registi, tra l’altro.

Incredibile sia sotto il profilo del diritto d’autore ma anche perché la stessa Agcom, appena un mese prima aveva qualificato la stessa serie Gomorra, nello stesso numero di puntate,  come  “Una pluralità di opere“  mentre la Rai, Radiotelevisione Italiana, con delibera 104 del 2014, il 23 settembre scorso,  ha invece  ricevuto da Agcom il blocco del sito su cui erano presenti  le serie televisive Un medico in famiglia e Don Matteo.

Fulvio Sarzana

www.fulviosarzana.it
Studio Legale Roma Sarzana & Associati
Share Button

Published by on ottobre 22nd, 2014 Commenti disabilitati